Archiviare (significato)

Cosa significa ARCHIVIARE un’opera d’arte

Archiviare un’opera significa renderla univocamente registrata presso un registro terzo, ciò rende l’opera non clonabile, non falsificabile, incontrovertibilmente autentica. Un’opera archiviata vale di più nel mercato in quanto in ogni istante, chi la possiede, può verificare, presso l’archivio ufficiale, la autenticità.

Uno dei modi più usati dai falsari è duplicare le opere d’arte, ovvero da una farne altre identiche. Chi commette questo reato duplica anche la documentazione, ciò vale anche per le documentazioni cartacee o di archiviazione. Gli archivi tradizionalmente chiedono foto ad alta risoluzione, sperando di contrastare questo fenomeno, mentre altri artisti si spingono a inserire nella documentazione di archivio una prova inconfutabile, tipo una prova DNA (un capello ad esempio). Altri archivi preferiscono invece registrare i dati dei clienti e di tutti i passaggi dell’opera, a discapito della privacy e di costose registrazioni.

Riteniamo che di norma gli archivi siano molto deboli rispetto alla clonazione. Tuttavia il team di 2do.it srls che ha avuto delega da Marco Lodola, composto da informatici e studiosi di algoritmi ha ideato un modo univoco di archiviazione che rende non clobabile la documentazione. Per assurdo potrebbe essere sempre clonata l’opera (su questo non possiamo agire) ma non potendo clonare la documentazione di archivio l’opera clonata non potrebbe essere venduta e sarebbe facilmente identificabile come falsa. Ciò non potrebbe invece essere vero per gli altri archivi, che di fronte ad opere e documentazioni identiche non potrebbero essere certi della autenticità dell’opera. Le opere di arte contemporanea, sempre più concettuali e realizzate da materiali che mutano poco nel tempo, quali i metalli o le materie plastiche, hanno a maggior ragione necessità di innovativi sistemi di archiviazione.

Domande Frequenti.

Non basta avere la autentica con la firma? Perché dovrei archiviare la mia opera? Ho anche la fattura del gallerista.

Avere questo tipo di documentazione è molto utile. Tuttavia dopo vari passaggi chi compra un’opera vorrà avere ancora più certezza sulla autenticità, ricordiamoci che clonare documentazione è molto meno costoso e meno difficile che clonare una opera, per questo la documentazione, seppur importante, non darà mai una certezza al 100% sulla autenticità. Certamente una archiviazione basata solo su documentazione continua ad essere potenzialmente clonabile. 2do.it srls mette a disposizione dell’archivio Marco Lodola tecnologie avanzate di archiviazione, che ne impediscono la clonazione.

Perché le opere non nascono già con il loro archivio?

Ognuno fa al meglio il proprio mestiere, oggi le tecnologie consentono ciò che non era possibile solo pochi anni fa. Prima di comprare un’opera del Maestro Lodola potete chiederne la archiviazione, tuttavia dato che il processo di archiviazione ha un costo per sua natura spesso i mercanti rimandano questa spesa, non sempre richiesta dai collezionisti.

La mia privacy è tutelata?

L’archivio non conserva i dati del collezionista. La procedura prevede una normale emissione di fattura ma il soggetto che chiede la archiviazione e che paga la stessa non necessariamente è il collezionista, quindi l’archivio non collega le anagrafiche. I dati delle fatture sono gestiti secondo le vigenti regole della privacy.

Ho comprato un’opera archiviata come posso effettuare la verifica di autenticità?

Nel sito è previsto un modulo per tale richiesta, che è del tutto gratuita